Penalizzazioni di Google: che cosa sono e come funzionano?

Penalizzazioni di Google: che cosa sono e come funzionano?

Sin dall’avvio di Google nel 1998, la sua missione principale è stata quella di fornire agli utenti i risultati di ricerca più rilevanti. Questo è iniziato con la verifica della query di ricerca di un utente in base a diversi criteri, tra cui la frequenza con cui la query di ricerca è apparsa su una data pagina web.

Se la ricerca è apparsa frequentemente, allora quella pagina si colloca più in alto nei risultati di ricerca. Tutto bene. Ma un grande problema divenne presto ovvio: le aziende hanno capito quanto fosse importante classificarsi ai primi posti nei risultati dei motori di ricerca. E questo significava guerra.

La battaglia per le classifiche

I proprietari volevano tutto il business extra e l’esposizione che poteva venire dalla classifica sulla prima pagina di Google, così hanno iniziato a riempire i loro siti con frasi di stock che pensavano avrebbero vinto il traffico. Questo “keyword stuffing” a sua volta ha avuto un impatto negativo sulla missione principale di Google: la gente stava cercando di ingannare l’algoritmo di Google.

Aggiornamenti di Google

La soluzione di Google a questo problema fondamentale è stato quello di rilasciare periodicamente aggiornamenti al suo algoritmo. Questi aggiornamenti sono tenuti segreti, spesso appaiono all’improvviso e modificano i requisiti di contenuti rilevanti e di alta qualità.

Come parte di questo, Google ora prende più seriamente in considerazione la qualità della scrittura, guardando a tutto, dalla lunghezza delle frasi al livello di buona grammatica. Cerca anche segni di trucchi SEO, come link innaturali provenienti da altri siti web verso le pagine web di un’azienda, o l’uso innaturale del linguaggio.

Nel frattempo, l’architettura del sito web rimane cruciale per le alte classifiche; il pubblico non dovrebbe cliccare attraverso una dozzina di link diversi per trovare il contenuto che desidera; questa non è un’esperienza di alta qualità.

Ecco perché gli aggiornamenti di Google sono stati positivi per le aziende, nel miglioramento della qualità dei risultati di ricerca che forniscono agli utenti e nell’enfasi che pongono sulle aziende che forniscono contenuti di qualità in cambio dell’esposizione online che ricevono.

Il problema per molti sviluppatori web, marketer, blogger e imprese online, tuttavia, è che gli imprenditori possono ancora essere penalizzati da Google, anche quando mirano a fare tutto nel modo giusto. Queste sanzioni di Google possono rivitalizzare un sito che crolla verso il basso o proiettarlo in basso nelle classifiche dei risultati di ricerca, paralizzando la sua posizione e la capacità di generare business.

Cosa significa “Google penalty”?

Una “penalità di Google” è un termine generico per ciò che accade quando un sito o una pagina è influenzata negativamente da un aggiornamento dell’algoritmo di Google o è penalizzata manualmente per una violazione delle linee guida per i webmaster del motore di ricerca. Nonostante l’improvviso calo di un sito nella classifica dei risultati di ricerca non sia sempre facilmente spiegabile, e potrebbe riguardare qualsiasi numero di problemi, tu, in qualità di imprenditore, puoi cercare di accertare la natura dell’aggiornamento e regolare il tuo sito web di conseguenza.

Per fare questo, è fondamentale controllare siti, come Search Engine Roundtable, che discutono i nuovi aggiornamenti di Google e le relative voci. Anche se sarai comprensibilmente preoccupato per il posizionamento del vostro sito, è importante non affrettarsi ad apportare modifiche al vostro sito o al contenuto, in quanto si possono esagerare gli effetti negativi.

L’altra possibilità è che il tuo sito sia stato penalizzato manualmente. Questo significa che il sito è stato probabilmente rivisto da un dipendente di Google dopo essere stato segnalato per non aver rispettato le sue linee guida di qualità. Queste sanzioni saranno indicate nell’account Google Search Console, e potranno presto essere risolte.

Cosa fare quando si è colpiti da una penalità di Google?

Se si riceve una penalità manuale, è possibile avviare un processo di risoluzione dalla stessa Google Search Console. Una volta affrontato e corretto il problema specifico, potrai richiedere a Google di reindicizzare il tuo sito, sperando di invertire il danno che è stato fatto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*